Preparazione

Presto inizia il Ramadan, il mese di digiuno e di festa, il più importante dell’anno. I giornali battono sul tema dell’aumento dei prezzi che sempre accompagna il Ramadan, quando si mangia solo al buio, e per sopportare il lungo digiuno diurno (niente cibo, bevande – nemmeno acqua – fumo, sesso) si mangiano cibi migliori, più nutrienti e costosi. Quest’anno i prezzi stanno raggiungendo livelli stratosferici, e si teme che il Ramadan li porti in orbita. Ma toccano anche altri temi, ad esempio relativi alla salute. Il digiuno è ordinato da Dio, quindi si pratica con gioia, non si discute, e certamente fa bene. Ciò non toglie che ci si possa organizzare per gestirlo bene: al mattino prima dell’alba mangiare cibi che vengono digeriti lentamente, chi ha il diabete si consulti con il medico e veda quali dosi di insulina iniettarsi poco prima dell’alba e subito dopo che scende il buio, attenzione a non disidratarsi, pillole e sciroppi vadano alla notte, si riposi il pomeriggio, non mangiare troppi fritti, chi pensa di essere dispensato per malattia o perché incinta, ma vuol tentare di farlo, senta un medico…