Giustizia

Mamma vedova che lavora come domestica. A dieci anni di età il ragazzino viene sistemato in una famiglia indiana, per avere il cibo in cambio del suo servizio. Lo trattano bene, ma lui non capisce che cosa facciano. Riunioni, lunghe assenze… Un giorno scompaiono tutti, e poco dopo arriva la polizia che li vuole arrestare per contrabbando di armi. Non trovano nessuno, prendono il ragazzino. Nessun avvocato né ONG ascolta la mamma: caso troppo complicato, impossibile intervenire. Il ragazzo è uscito pochi giorni fa dal carcere, dove ha trascorso 5 anni senza processo. “E’ un vero miracolo che l’abbiano rilasciato”, si commenta.