Premesse

Il 23 aprile 230mila elettori sono stati chiamati alle urne nella grande isola di Bhola, delta dei grandi fiumi del Bangladesh. Pestaggi, ammazzamenti… Il partito d’opposizione BNP dichiara: se vinciamo, iniziamo un movimento di protesta nazionale e rovesceremo il governo, perché la vittoria dimostra che l’Awami League ha perso il consenso popolare. Se perdiamo, iniziamo un movimento di protesta a livello nazionale, e rovesceremo il governo, perché la sconfitta avrà dimostrato che l’Awami League ha truccato le elezioni. Hanno votato 140mila. Appena terminate le operazioni di voto, e ben prima che terminassero gli scrutini l’Awami League ha dichiarato di aver vinto.

Il BNP non è riuscito a iniziare una protesta di massa ma, più tardi, il suo presidente Khaleda Zia in un comizio ha proclamato: “Faremo come le Camicie Rosse di Bangkok”. I suoi collaboratori più vicini hanno fatto capire che non ne sapevano nulla, e l’idea era venuta alla signora mentre stava parlando alle folle, ingolosita dalle notizie che arrivavano dalla Thailandia. Poi le “Camicie rosse” sono finite male…