Domestica

Disturbati dalle urla, i vicini hanno chiamato la polizia, che s’è fatta aprire l’appartamento e ha liberato una bimba di 10 anni. Morto il papà un anno e mezzo fa, la mamma l’aveva messa a servizio presso una famiglia di città  – coniugi e tre figli – e poi s’è risposata facendo perdere le tracce. La bimba non conosce nessun parente e non ricorda il nome del villaggio d’origine. È denutrita. Non aveva un posto fisso dove dormire, se non il pavimento del bagno, né un pasto regolare, doveva essere disponibile giorno e notte. Tutto il corpo rivela segni profondi – recenti e vecchi – di battiture, bruciature, tagli, specialmente scottature con acqua bollente. I coniugi, arrestati, hanno detto che le davano solo “qualche piccolo schiaffo ogni tanto, quando disobbediva.”
Sono casi frequenti, spiegano i numerosi suicidi di domestiche giovanissime, e i numerosi omicidi travestiti da suicidi.