Scale

E’ normale che molti viaggino sui tetti dei treni, a vederli da lontano sembrano pure comodi e tranquilli; qualche ragazzotto fa anche le corse da un vagone all’altro. Il salire e scendere però, agganciandosi a finestre, ganci e affini, è un altro discorso. Qualcuno mostra evidenti segni di fatica. Nelle grandi occasioni si avventura anche qualche donna, e allora il problema diventa grave – specie se indossano il sari. Ma sarà così ancora per poco tempo, perché si sta diffondendo il mestiere dello “scalista”. Ragazzi intraprendenti stanno pronti; basta un cenno del passeggero, corrono con una scala a pioli, l’appoggiano nel punto richiesto, e il passeggero/a sale o scende senza troppa fatica, spesso aiutato dallo zelante scalista, sistemandosi adeguatamente sulla sua porzione di tetto o andandosene con il suo bagaglio. Tutto con la modica spesa di taka 10/.

BUON NATALE A TUTTI !