Cipolle

È recente la scheggia che parla delle cipolle. Il loro prezzo sui mercati era salito talmente che il governo ha organizzato un ponte aereo per fornire il Paese del prezioso ingrediente di cucina, tentando di calmierare il mercato e minacciando di severissimi castighi ai profittatori. Il prezzo è calato un poco, ma poi s’è ripreso; non mi risulta che alcun profittatore sia stato castigato.Il Ministro dell’Agricoltura ha dichiarato che “ci vuol altro: per tener bassi i prezzi ci vuole abbondanza di prodotti, non interventi di reparti speciali delle forze dell’ordine…”. Corre voce che commercianti di riso, di cui presto ci sarà il raccolto principale, abbiano seguito gli eventi con interesse e si stia profilando un simile problema – in misura e con conseguenze ben più gravi – per quel prodotto, essenziale per la dieta di tutti in Bangladesh.